Intermezzo – i verbi 1 – passato, presente e futuro

I verbi inglesi 1

tempi: passato, presente e futuro

Per potere esprimere dei concetti, raccontare delle cose, per parlare insomma, i verbi sono proprio essenziali. In inglese sono facilissimi. Li divideremo in due categorie, per adesso: regolari ed irregolari.

Ci interesseremo a delle forme verbali di base: presente, passato, futuro.

Per formare questi tre tempi, è essenziale conoscere due cose di un verbo: la forma al presente e quella al passato.

VERBI REGOLARI

Il tempo presente si forma: premettendo il pronome personale soggetto all’infinito senza “to” ed aggiungendo, per la sola terza persona singolare, la “s”e.

Il tempo passato si forma: aggiungendo “ed” all’infinito senza “to” e premettendo il pronome personale soggetto.

Il tempo futuro si forma aggiungendo “will” dopo il soggetto, ma premettendolo all’infinito senza “to” del verbo.

(in questo contesto, mi permettano i puristi di tralasciare l’utilizzo di “shall”, inutile, se non dannoso, a questo stadio di conoscenza della lingua)

Vediamo con un esempio concreto.

To jump – saltare

Presente

Passato Futuro
Present Past simple

Future

I jump I jumped I will jump
You jump You jumped You will jump
He, She, it jumps He, She, it jumped He, She, it will jump
We jump We jumped We will jump
You jump You jumped You will jump
They jump They jumped They will jump

Il “will” si può contrarre (perché l’abbiamo capito oramai, tutto si può abbreviare e contrarre in inglese) come segue: I’ll jump, you’ll jump, he’ll jump, she’ll jump, it’ll jump, we’ll jump, you’ll jump, they’ll jump.

La forma abbreviata del futuro è molto usata, sia per iscritto che nel dialogo.

Alcuni verbi sono da osservare per il modo in cui prendono la “ed”

To live – (live + ed) lived

To cry – (cry + ed) cried

To play – (play + ed) played

To travel – (travel + ed) travelled, ovvero traveled

to live”, come altri vebi che terminano in “e”, aggiungono semplicemente la “d”.

to cry” come altri verbi che terminano in “y” preceduta da consonante, prima di prendere la “ed” tramuta la “y” in una “i”. Se la “y” è preceduta da una vocale, come in “to play”, rimane “y”.

In certi casi, come per il verbo “to travel” la “l” raddoppia prima di prendere la “ed”. Ma può anche non raddoppiarsi e non è un errore.

VERBI IRREGOLARI

Per potere formare qualsiasi tempo di un verbo irregolare, basta conoscere tre cose: il presente, il passato ed il participio passato. Sebbene per adesso ci interessa solo il tempo passato, è preferibile imparare a memoria tutte e tre le voci di quanti più verbi possibile.

Purtroppo non c’è un modo per sapere quando un verbo è regolare o irregolare, bisogna conoscerlo.

Prendiamo come esempio: to go – andare

Controllando su quei comodissimi vocabolarietti o su internet, troveremo

To go – went – gone

To go è l’infinito, went è il passato, gone il participio passato.

Con questo ridicolo patrimonio di conoscenza saremo in grado di formare tutti i tempi del verbo andare in inglese.

Il tempo presente si forma: premettendo il pronome personale soggetto all’infinito senza “to” ed aggiungendo, per la sola terza persona singolare, la “s”e.

Il tempo passato si forma: utilizzando la voce al passato che avremo imparato o reperito.

Il tempo futuro si forma aggiungendo “will” dopo il soggetto, ma premettendolo all’infinito senza “to” del verbo.

Presente

Passato Futuro
Present Past simple

Future

I go I went I will go
You go You went You will go
He, She, it goes He, She, it went He, She, it will go
We go We went We will go
You go You went You will go
They go They went They will go

Per la terza persona singolare di “to go”, aggiunge una “e” prima della “s”. Così come ad esempio, “to do”, che diventa “does”.

Questa una lista di verbi irregolari da imparare a memoria.

Alzarsi To rise Rose Risen
Andare To go Went Gone
Andare via, lasciare To leave Left Left
Avere To have Had Had
Bere To drink Drank Drunk
Cadere To fall Fell Fallen
Cantare To sing Sang Sung
Capire To understand Understood Understood
Combattere To fight Fought Fought
Comprare To buy Bought Bought
Condurre To lead Led Led
Correre To run Run Run
Costruire To build Built Built
Dare To give Gave Given
Dimenticare To forget Forgot Forgotten
Dire To say Said Said
Dire, raccontare To tell Told Told
Dormire To sleep Slept Slept
Essere To be Was Been
Fare To make Made Made
Gettare To throw Threw Thrown
Guidare To drive Drove Driven
Imparare To learn Learnt Learnt
Incontrare To meet Met Met
Insegnare To teach Taught Taught
Leggere To read Read Read
Mandare To send Sent Sent
Mangiare To eat Ate Eaten
Mettere To put Put Put
Pagare To pay Paid Paid
Parlare To speak Spoke Spoken
Pensare To think Thought Thought
Perdere To loose Lost Lost
Portare To bring Brought Brought
Prendere To take Took Taken
Rompere To break Broke Broken
Scrivere To write Wrote Written
Sedere To sit Sat Sat
Sentire To hear Heard Heard
Sentire To hear Heard Heard
Sentire (di sentimenti) To feel Felt Flet
Tagliare To cut Cut Cut
Tenere To keep Kept Kept
Trovare To find Found Found
Vedere To see Saw Seen
Venire To come Came Come
Vincere To win Won Won
Volare To fly Flew Flown

Esempi.

I go to school, today.

Io vado a scuola, oggi.

I went to school, yesterday.

Ieri sono andato a scuola.

In italiano abbiamo un uso eccessivo del tempo passato prossimo (che comunque esiste in inglese e che qui ho preferito non presentare per non fare confusione). Dove in italiano diciamo “sono andato”, in inglese diremo “went”. Nel mio dialetto, il siciliano, si fa esattamente allo stesso modo. Ed in realtà, è un po’contraddittorio utilizzare il passato prossimo anche quando si parla di eventi accaduti anni prima. “Sono andato in Inghilterra 18 anni fa”, non trovate?

In inglese tutti i verbi sono molto più snelli. Un evento nel passato, si esprime utilizzando il past tense, il verbo al passato.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *